La tecnologia cloud può aiutare le aziende chimiche a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità e conformità

Scheda informativa

L'obiettivo principale dell'industria chimica è innovare e produrre prodotti di valore con un rapido time to market. Ma questo è solo un aspetto dello sviluppo di un nuovo prodotto.

Oggi le autorità di regolamentazione, i mandati governativi e i consumatori si aspettano di più. È sicuro? Che impatto avrà sull'ambiente? Come possiamo ridurre al minimo gli sprechi?

La sostenibilità, la sicurezza e la riutilizzabilità sono considerazioni fondamentali quando si introduce un nuovo prodotto sul mercato. Come dice l'azienda chimica LyondellBasell, "facciamo della salute, della sicurezza e della protezione ambientale una parte integrante dello sviluppo, della produzione, della distribuzione, dell'uso, del riciclo e dello smaltimento dei nostri prodotti". I dati possono aiutare le aziende a raggiungere questo obiettivo.

È probabile che le aziende stiano già utilizzando i loro dati per prendere rapidamente decisioni critiche e innovare i loro prodotti. Solo nel settore chimico globale, nel 2017 sono stati investiti $51 miliardi di euro in R&S. Con così tanto peso in questa fase del processo, i dati generati dai flussi di lavoro di R&S dovrebbero essere trattati in modo olistico. Ma spesso non è così. Infatti, la maggior parte dei dati non viene analizzata, semplicemente perché non c'è il tempo di analizzarli tutti, e così le aziende perdono l'opportunità di ricavare preziose informazioni dai loro dati. Vediamo come la gestione efficace dei dati nel cloud può aiutare le aziende a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità, sicurezza e conformità.

Una regolamentazione chimica per una nuova era

Le autorità di regolamentazione del settore stanno aumentando le aspettative di sicurezza. L'American Chemistry Council ha fissato standard elevati affinché i prodotti chimici siano utilizzati e gestiti in modo sicuro, riducano l'impatto ambientale, permettano un uso più pulito ed efficiente dell'energia e forniscano materiali innovativi che si basino su risorse sostenibili e, idealmente, siano facili da riciclare.

Nel 2016, il Congresso ha approvato il Lautenberg Chemical Safety for the 21st Century Act, che il Presidente degli Stati Uniti ha firmato in legge. La nuova legge protegge la salute delle persone e l'ambiente, oltre a sostenere la crescita economica e la produzione negli Stati Uniti. Analogamente, la legislazione REACH mira a fare lo stesso nell'UE.

Aziende come Henkel e Solvay hanno assunto un ruolo guida nel campo della riutilizzabilità innovativa, puntando sulla chimica per promuovere la sostenibilità. Il Persil Ultra Concentrate di Henkel aumenta la concentrazione degli ingredienti per rendere la confezione più piccola, riducendo al minimo l'uso della plastica e le emissioni di carbonio durante il trasporto. L'innovazione di Solvay ha permesso di fornire una batteria altamente stabile che ne garantisce la sicurezza d'uso nei veicoli elettrici, nei computer portatili e negli smartphone.

Poiché l'industria chimica produce prodotti che fanno parte della vita quotidiana, ha l'opportunità unica di ridurre la quantità di rifiuti durante il ciclo di vita di un prodotto e quindi di diminuire l'impatto ambientale. Ciò significa non solo che il prodotto è più sicuro per il pianeta, ma anche per tutte le creature che lo abitano.

Per questo motivo, le aziende hanno investito notevoli risorse nello studio dell'impronta di sicurezza di un prodotto, della sua biodegradabilità o meno e della facilità di riciclaggio. Ad esempio, BASF ha collaborato con gli agricoltori per creare una bottiglia di plastica leggera per il trasporto dei pesticidi. Le analisi hanno dimostrato che il nuovo design aveva una performance ecologica superiore a quella della bottiglia originale e che il suo utilizzo riduceva il rischio di esposizione degli agricoltori ai pesticidi. Il flacone contiene inoltre meno plastica, con conseguente riduzione delle emissioni di gas durante la produzione e il riciclaggio. In totale, il passaggio ha ridotto 2.000 tonnellate metriche di CO2.

Aumentare la sicurezza dei prodotti e soddisfare le esigenze di conformità

La sicurezza è una delle principali preoccupazioni del settore industriale, e per una buona ragione.

Molti dei prodotti sviluppati possono essere instabili, pericolosi o rischiosi in qualche fase del processo produttivo o anche durante il trasporto. Molti produttori richiedono la rendicontazione dell'inventario per conformarsi alla legislazione in materia di salute e sicurezza del Sistema Globale Armonizzato (GHS). La tecnologia cloud consente alle aziende di tracciare, registrare e riutilizzare i dati e l'inventario, rispettando le norme di sicurezza e riducendo al minimo gli sprechi.

Diventare più sostenibili con la tecnologia cloud

Individuare una lacuna nel mercato e decidere di colmarla con un nuovo prodotto entusiasmante sono solo i primi passi.

Le aziende devono formulare il prodotto e sottoporlo a centinaia di test fisici e analitici per garantirne la sicurezza, l'efficacia e la rispondenza ai requisiti del mercato e delle varie autorità di regolamentazione, compresa la sostenibilità.

Lo sviluppo di prodotti che tengono conto della sostenibilità presenta molteplici vantaggi: è più rispettoso dell'ambiente e la scelta di un prodotto sostenibile consente di risparmiare sui costi. L'utilizzo della tecnologia cloud per raccogliere, collegare e archiviare i dati offre alle aziende l'opportunità di accedere a tutti i dati precedenti, in un unico luogo. La consultazione e il riutilizzo di dati o ricerche precedenti mostra cosa funziona e cosa no, ed elimina la necessità di ripetere i test, che secondo gli esperti rappresentano il 40% dei costi totali di progetto.

Invece di avere bisogno di numerosi test per creare una nuova formulazione, se le aziende possono accedere ai vecchi dati e riutilizzarli, possono essere più efficienti e veloci. La tecnologia cloud acquisisce il contesto dei test insieme ai risultati analitici qualitativi e quantitativi. È quindi facile capire dove una formulazione esistente debba essere modificata. Inoltre, le aziende possono vedere e gestire l'intero inventario, compresi i materiali, le attrezzature e i reagenti: quanti flaconi hanno e quanto ce n'è in ognuno.

Non è più necessario ordinare o smaltire reagenti scaduti, risparmiando così sui reagenti e sul tempo. Invece, queste risorse possono essere utilizzate meglio, ad esempio trovando opzioni migliori, facilmente riciclabili e biodegradabili, sempre alla ricerca del settore industriale.

Adottando la tecnologia cloud, come The E-WorkBook Cloud per la gestione dei dati, le aziende possono trovare e riutilizzare i loro dati, risparmiando tempo agli scienziati e, in definitiva, accelerando il loro time to market. La piattaforma informatica end-to-end consente agli scienziati di creare e riutilizzare i flussi di lavoro comunemente utilizzati in laboratorio e i dati relativi allo sviluppo dei prodotti. I produttori possono confrontare facilmente gli attributi delle sostanze chimiche provenienti da progetti precedenti per ottimizzare i processi di produzione in modo da richiedere meno solventi, ridurre le emissioni nocive e produrre più prodotti.

Se desiderate creare più tempo per la scienza e consentire una maggiore innovazione, contattateci: contact@idbs.com

Scarica la scheda informativa
Richiedi una demoCollegatevi con un esperto

Ulteriori schede informative

E-WorkBook Avanzamento

Migliorate la vostra produttività grazie all'acquisizione coerente dei dati, a potenti analisi e a rapide funzionalità di reporting.

L'urgenza di essere F.A.I.R.

Perché gli scienziati non utilizzano i dati al massimo del loro potenziale? In questo articolo discuteremo i fattori che ostacolano l'utilizzo dei dati...