Blog IDBS | 16 settembre 2019

Cosa significa i3 per noi - Parte 4

Abbiamo incontrato Chelsea Hyde, Field Marketing Manager per il Nord America di IDBS, per scoprire che cosa i3 significa per IDBS e cosa aspettarsi dagli eventi futuri.

 

Che cosa fa i3 Cioè?

Quando abbiamo elaborato la visione per l'i3 volevamo che i nostri clienti potessero condividere idee, acquisire conoscenze e, infine, innovare insieme per un futuro migliore della scienza.

 

Qual era la sua visione quando ha concepito questo evento?

Volevamo che le persone potessero connettersi tra loro e con la nostra tecnologia. Volevamo che le persone potessero condividere. Condividere le loro idee, le loro esperienze, le loro sfide. Volevamo che le persone giocassero, ovviamente, con il nostro software e che imparassero.

Credo che questi obiettivi siano stati raggiunti negli ultimi due anni e cerchiamo di sfruttare il successo ottenuto con i clienti che hanno partecipato per rendere la nostra terza edizione un successo ancora maggiore.

 

Qual è stato il risultato più importante degli eventi precedenti?

La cosa più importante che mi ha colpito è che i clienti erano a loro agio. I clienti condividevano intuizioni ed esperienze che non possono condividere da nessun'altra parte.

Molte delle persone che partecipano all'evento lavorano tra la R&S e l'IT e hanno molte difficoltà all'interno della loro organizzazione per quanto riguarda la gestione del cambiamento, la collaborazione interna ed esterna e l'adozione da parte degli utenti. Probabilmente non hanno molte persone all'interno della loro organizzazione con cui collaborare su questo argomento. Sono un po' bloccati nel mezzo.

Quindi, vogliamo portare queste persone qui e le persone che le circondano nel loro ruolo all'evento, per aiutarle a capire meglio che non sono sole, che altre persone lottano con le stesse sfide e che, in definitiva, siamo una comunità che può risolvere le cose insieme.

 

Wcosa possono aspettarsi i partecipanti all'edizione 2019 dell'i3 evento?

Nel 2018 abbiamo raggiunto il decollo. C'è stata molta collaborazione tra i nostri partecipanti, e stiamo cercando di sentire di più su ciò che i nostri clienti hanno da dire, quali sono le loro sfide, cosa cercano dalla nostra tecnologia e cosa cercano da noi come partner.

Penso che io3 è stato il luogo in cui ciò ha preso forma, e cerchiamo di aumentarlo.

 

Nel suo ruolo, è in grado di selezionare le sedi per l'anno successivo. A cosa pensa quando valuta la prossima sede?

Innanzitutto, voglio che tutti i nostri clienti possano raggiungerci con relativa facilità. Ma oltre a questo, voglio assicurarmi che sia un luogo in cui le persone possano divertirsi un po'. Nel 2017 siamo stati a Seattle, quindi eravamo davvero tra le nuvole mentre discutevamo del nostro cloud per E-WorkBookIl che è stato molto bello.

La sede determina molte cose dell'evento, è davvero importante. È necessario uno spazio in cui le persone si sentano a proprio agio e si divertano, ma che sia anche adatto a un incontro di lavoro, come tutti questi eventi.

Inoltre, vogliamo trovare un luogo in cui i clienti, alla fine della giornata, una volta terminati gli incontri, possano divertirsi, conversare, conoscersi e, infine, diventare amici. Si tratta di una comunità che stiamo cercando di costruire e sostenere.

Per il 2019, abbiamo fatto un sondaggio con diverse opzioni, che abbiamo utilizzato insieme al feedback dei nostri collaboratori interni di IDBS per decidere le nostre sedi per l'anno: Nashville e Londra.

 

Non vediamo l'ora di vedervi all'i3 Nashville e Londra 2019.

Informazioni su IDBSContattateci

Altre notizie