Blog IDBSL'automazione di laboratorio sta diventando mainstream

Blog IDBS | 9 maggio 2018

Portare l'automazione di laboratorio nel mainstream

Dopo la storia di Fierce Biotech, che ha rivelato che sono stati raccolti $10 milioni per portare un robot da laboratorio da $4.000 nel mainstream, approfondiamo i fattori trainanti necessari per rendere l'automazione dei processi e dei sistemi una realtà comune nel settore della R&S farmaceutica e biotecnologica.

Immaginate un mondo senza bisogno di interventi manuali. e aumento della produttività che funziona 24 ore su 24, 7 giorni su 7...

Sebbene l'automazione dei processi e il perfezionamento dei sistemi facciano già parte del mainstream per gli impianti di produzione delle aziende farmaceutiche e biotecnologiche, le maggiori complessità all'interno della componente R&S di sviluppo del farmaco ha reso l'adozione di attività automatizzate molto più difficile, ma ci stiamo avvicinando ogni giorno di più.

I robot sono presenti da molti anni in laboratorio e sono molto utilizzati nelle aree di screening ad alta produttività (HTS). Tuttavia, molti dei processi analitici comportano importanti fasi di processo prima che e dopo la fase di "analisi", che comprende la preparazione dei campioni, il layout e la riduzione dei dati. Tutti questi "dati" prodotti sono necessari anche in altre parti del processo: l'esecuzione del processo in modo automatizzato non è sufficiente - anche il flusso dei dati deve essere automatizzato, e questo è il motivo per cui finora abbiamo visto un tasso di adozione più lento.

Tuttavia, se da un lato queste parti mobili e queste complessità hanno rappresentato un ostacolo all'automazione nella R&S, dall'altro si è assistito a un vero e proprio cambiamento nel modo in cui i laboratori sono stati organizzati e, con le nuove tecnologie sviluppate prossime all'arrivo sul mercato, è probabile che i robot, come quello di Opentrons, diventino presto un appuntamento fisso. Con un mercato globale dell'automazione di laboratorio già stimato in $4 miliardi, i rapporti prevedono anche una crescita di 7.4% annualmente da qui al 2023.

Quali sono i vantaggi per il laboratorio di ricerca e sviluppo?

Se da un lato l'automazione è accompagnata da un requisito di gestione dei dati e di reporting (che aggiunge ulteriore complessità), dall'altro l'automazione dei processi nella R&S ha permesso e permetterà al personale di svolgere funzioni aggiuntive rispetto all'attività aggiuntiva, e persino di eseguire attività concomitanti alla funzione automatizzata. In questo modo i responsabili dei laboratori potranno rivalutare i settori in cui i loro scienziati e ricercatori possono fornire un valore aggiunto.

Il compito più difficile da quantificare, tuttavia, sarà quello di dimostrare il suo impatto sulla riduzione dei tempi di commercializzazione e dei costi dei nuovi farmaci - dopotutto, a che altro servirebbe un robot?

Informazioni su IDBSContattateci

Altre notizie