Blog IDBS | 11 marzo 2015

Esternalizzazione: Massimizzare le opportunità di R&S riducendo al minimo i rischi per la proprietà intellettuale e la sicurezza dei dati

Questo mese AstraZeneca ha annunciato una mossa verso l'esternalizzazione del proprio modello di business e collaborano con i partner nel tentativo di ridurre le spese di ricerca e sviluppo (R&S). È un segno dei tempi, dato che le industrie farmaceutiche e biotecnologiche si trovano sempre più sotto pressione per quanto riguarda il budget e la velocità di commercializzazione. Ma, mentre le organizzazioni si aprono al mondo esterno, c'è qualcuno che tiene sotto controllo tutti questi dati di collaborazione?

Dovrebbero esserlo! Con organizzazioni come Boehringer Ingelheim rinnova la collaborazione tecnologica con la CRO VTU Technology e Aduro Biotech annuncia il successo della sua partnership con Janssen BiotechÈ chiaro che l'esternalizzazione è il nuovo scenario per l'innovazione e, una volta che questi modelli saranno stati introdotti nelle organizzazioni farmaceutiche e biotecnologiche, si dovrà pensare in modo significativo ai preziosi dati generati.

Approfondimento dei dati

I dati, sia strutturati che non strutturati, sono la base su cui vengono costruite e gestite queste partnership di lavoro. Con più parti in gioco, è essenziale che le informazioni che passano da un'organizzazione all'altra siano facilmente condivisibili e che possano essere incorporate senza problemi in quelle esistenti. ELN sistemi. Gli scienziati devono poter contare sull'integrità dei dati che ricevono, con un contesto sufficiente a massimizzarne il potenziale.

Protezione IP

La condivisione dei dati al di fuori dell'organizzazione richiede un'infrastruttura affidabile e trasparente. La conservazione della proprietà intellettuale è problematica nella maggior parte dei settori, poiché i dipendenti passano ad altro incarico o vanno in pensione e la scadenza dei brevetti è inevitabile. La necessità di catturare i dati in modo significativo per poterli ricercare e riutilizzare efficacemente, senza doverli rielaborare, è fondamentale e quasi un prerequisito. Molte organizzazioni stanno utilizzando ELN come strumento di registrazione, ma la maggior parte di essi non riesce a gestire bene i dati strutturati.

Sicurezza delle informazioni

Inoltre, la sicurezza è comprensibilmente una priorità assoluta in questo mercato collaborativo ed esternalizzato. Dato che le organizzazioni si rivolgono sempre più a soluzioni cloud e SaaS, è necessario che vi siano più strati di difesa, come una cipolla, piuttosto che il guscio di un uovo. Non va sottovalutata l'importanza di istruire gli utenti in quest'area, per contribuire a mitigare i rischi quando i dati si spostano da un'organizzazione all'altra e da una regione all'altra.

La fase di collaborazione è ormai avviata: le aziende si rivolgono a partner esterni, alla ricerca di una maggiore produttività e di una riduzione dei costi operativi. In questo contesto, i dati devono rimanere al centro dell'attenzione per guidare l'innovazione della R&S e dare alle organizzazioni il vantaggio competitivo necessario nell'ambiente odierno.

Altre notizie