Blog IDBS | 16 ottobre 2014

Lasciate che gli scienziati si concentrino sull'innovazione e sul miglioramento continuo, non sull'amministrazione.

I professionisti del settore biofarmaceutico conoscono bene il lamento degli scienziati per la quantità di tempo che perdono nel tentativo di rintracciare i dati o, peggio ancora, nel dover ripetere gli esperimenti a causa dei dati mancanti.

Lo sviluppo di terapie biologiche è per sua natura multiforme e richiede sempre più collaborazione e partnership lungo tutta la catena del valore dello sviluppo. Se a questo si aggiungono i volumi di dati sempre crescenti generati da apparecchiature di processo sempre più sofisticate, la gestione della complessità diventa parte della vita quotidiana di un professionista del settore biofarmaceutico. Tale complessità si traduce spesso nell'introduzione di errori e inefficienze costose. La qualità ne risente, i cicli di vita dello sviluppo si allungano e gli scienziati dedicano sempre più tempo all'amministrazione dei dati.

Il costo del non fare nulla

La maggior parte delle organizzazioni biofarmaceutiche non dispone di un approccio standardizzato e completo alla gestione dei dati e al controllo di qualità, con una forte dipendenza da processi manuali basati sulla carta e da sistemi eterogenei e non collegati. Il numero di partecipanti a un tipico processo di sviluppo è in aumento, con il risultato che le informazioni sono sparse in tutta l'organizzazione in silos di dati come archivi, raccoglitori, quaderni e nella testa delle persone.

Alcuni studi hanno dimostrato che gli scienziati delle organizzazioni biofarmaceutiche trascorrono fino a cinque ore alla settimana alla ricerca di dati per preparare i report. È allarmante che spesso i dati necessari non siano reperibili, il che può comportare la necessità di rieseguire esperimenti e persino interi progetti. Questo non solo fa perdere tempo, ma la necessità di acquistare nuovi reagenti e materiali e l'aumento del carico su costosi beni strumentali fissi possono avere un impatto significativo sui costi.

Il valore dell'intuizione

Integrando i dati con i flussi di lavoro, è possibile eliminare gli errori comuni dai processi e realizzare un approccio "right first time". È possibile ottimizzare le operazioni di bioprocesso e ridurre al minimo le spese di QA. Un'unica piattaforma di gestione dei dati aziendali facilita il flusso dei dati lungo tutto il ciclo di vita dello sviluppo e fornisce alle organizzazioni una visione impareggiabile dei loro prodotti e processi.

Se volete saperne di più su come IDBS può aiutare i vostri scienziati a tornare a concentrarsi sulla scienza ottimizzando i processi di sviluppo dei prodotti biologici, seguitemi il 29 ottobre per il mio webinar dedicato a questo argomento.

Per saperne di più e registrarsi, cliccare qui.

Informazioni su IDBSContattateci

Altre notizie